Wolfenstein: The New Order

20140509-095320.jpg

Ben ritrovati GAMERS,
Come tutti voi già sapete, questo mese c’è l’uscita del gioco più atteso dall’avvento della Next-Gen, Watch Dogs, ma oltre questo rivedremo, a nuovo splendore, un titolo che ha fatto storia: Wolfenstein The New Order.
Nel mondo “alternativo” l’Europa ha perso la Seconda Guerra Mondiale ed è caduta sotto il giogo del Terzo Reich. Questo governa con ferocia e spietatezza, forte di un’avanzata tecnologia bellica in cui mutanti, robot e macchine dall’incredibile potenza di fuoco non danno tregua alle forze della resistenza sparse per tutto il Vecchio Continente.
20140509-121238.jpg
Così inizia Wolfenstein: The New Order, sparatutto in prima persona che, sotto le mani dei programmatori di MachineGames e la guida di Bathesda, punta a rinverdire i fasti degli sparatutto “vecchia scuola” fruttando al meglio il nome di quello che ne è stato, a tutti gli effetti, il capostipite. E direttamente da Wolfenstein 3D ritroviamo in questo moderno The New Order anche il protagonista, il massiccio William ” B.J.” Blazkowicz, l’unico in grado di porre fine al regime nazista. Per fare questo B.J. ha a disposizione un arsenale notevole, composto da armi da impugnare a una o due mani come fucili a pompa, doppie mitragliatrici leggere, lanciagranate… a cui aggiungere torrette scardinabili dalla loro postazione fissa, armi che migliorano il loro rendimento in base a come si decidono di spendere i punti esperienza conquistati livello dopo livello.
20140509-121449.jpg
Giocando a Wolfenstein: The New Order è chiaro come i programmatori abbiano cercato di miscelare l’azione senza respiro che caratterizzava i vecchi giochi come Doom con elementi più moderni in grado di influenzare sia il gameplay che l’approccio all’avventura. Innanzitutto in Wolfenstein c’è una trama solida e ben raccontata che lega le varie missioni tra di loro. Una volta scesi sul campo di battaglia è indubbio il senso di potenza restituito dalle armi, che ci spingono a scatenare l’inferno contro i vari nemici, anche se il ritmo delle sparatorie non è furibondo visto che è bene centellinare le escursioni ad armi spianate con le fasi di copertura usando gli elementi dello scenario, se non addirittura lasciarsi tentare dall’imboccare strade alternative grazie alle quali sorprendere alle spalle i nemici.
Buon Divertimento!!!

Link Trailer YouTube: http://m.youtube.com/?#/watch?v=aVem8pTJOSI

Alla prossima GAMERS!!! 🙂

20140509-121555.jpg